sabato 7 febbraio 2009

CONDANNE A MORTE ...

Oggi Eluana sta affrontando la sua condanna a morte ...

Oggi circa 30.000 bambini e non so quanti adulti moriranno nel mondo per mancanza di cibo, di acqua, o perchè l'acqua è non potabile, o perchè non hanno un antibiotico, un antifebbrile, o altra medicina salvavita. E domani altri 30.000 bambini e non so quanti adulti moriranno di fame, di sete, di malattia ....e il giorno dopo ancora.

Dove sono i decreti legge per salvare 30.000 persone oggi? Le banche le abbiamo salvate anche se ci hanno messo nei guai, no?
Dove sono per quei 30.000 i comitati che si schierano giornalmente sui giornali e sulle tv per sollecitare una soluzione, per offrire un contributo, per portare una bottiglia di acqua pulita? Dove sono i titoli ad effetto, le mega dichiarazioni?

Dove sono quelli che scelgono la vita ad oltranza per quei 30.000 bambini oggi?

E quei bambini sono vivi: vivi, vitali e solo un minimo di cibo e di acqua li fa vivere, intelligentemente, pienamente.....

Vorrei che la vita fosse difesa davvero e non fosse solo un pretesto per uno scontro politico se non peggio.

Io, come tutti, anche quelli che sembrano depositari della verità, non so esattamente dove comincia la vita e dove finisce, ma davanti a Eluana so che solo un miracolo, un miracolo alla Lazzaro potrebbe cambiare la situazione ....non è meglio lasciarla andare? Io penso di sì... e penso che sia ora passata di arrivare ad una legge, una legge seria, discussa, condivisa, non un decreto estemporaneo, che tenga conto sì dei progressi della scienza e delle tutele necessarie, ma anche di quei progressi che NON ha fatto e di quello che ognuno di noi in certe condizioni ha diritto di scegliere per sè...

Penso a mia madre, quando diceva "perchè il Signore non mi prende?" e la sofferenza era atroce e anch'io chiedevo a Lui di prendersela, per non vederla più soffrire così.

2 commenti:

valentina ha detto...

Sono d'accordo con te lucia...è straziante vedere e sentire in tv le vicende di questa ragazza che sono diventate un pretesto per scatenare polemiche politiche...questo non è rispettare la vita, è rendere ancora più straziante una situazione che lo è già da tempo..

un abbraccio!

Cicabuma ha detto...

Le campane delle chiese di Udine (non so nelle altre città) hanno suonato a lutto per lunghissimi minuti... Eluana non c'è più. Finalmente è libera di volare!!! Spero che adesso la violenza su di lei e intorno a lei cessi anche con le parole!!!
Un abbraccio
Francesca