mercoledì 15 ottobre 2008

Rientro alla quotidianità


E anche l'edizione di "Mele a Mel 2008" è finita: è stato un successone: un sacco di gente che ha apprezzato architettura, vecchie tradizioni e assaggiato genuine preparazioni dolci e salate: un mix molto attraente che sta attirando sempre più visitatori di anno in anno.
Tutti gli strudel che avevo preparato sono spariti e con molto gusto di chi li ha assaggiati. Volete la mia ricetta? E' abbastanza classica, ma un po riadattata da me per renderla "Light":
400 gr di farina OO
due cucchiai di zucchero
un pizzico di sale
un uovo intero
60 grammi di burro
una tazzina di latte
1 tazzina di acqua.
Impasto il tutto per bene sulla spianatoia e poi lascio riposare coperto da un telo umido per mezz'ora, tre quarti d'ora. Giusto il tempo per pelare e tagliare a fettine sottili un chilogrammo di mele, aggiungerci 80 gr. di uvetta sultanina, cinque cucchiai di zucchero, un cucchiaio di rum, due listarelle di buccia di limone tolta con il pelapatate. Mescolo il tutto per bene e quindi stendo la pasta: con la quantità preparata riesco a preparare tre sfoglie, molto sottili (1 mm - 1e1/2)su ognuna delle quali stendo un terzo del ripieno preparato. Spolvero con del pane grattuggiato e arrotolo. Sigillo i bordi, spennello la superficie con dell'uovo sbattuto e pratico 4 o 5 tagli per far evaporare il liquido di cottura delle mele,
Metto in forno per 40/50 minuti, a 200 gradi, finchè prendono un bel colore dorato e poi...me li gusto, ma proprio di gusto.

E dopo la lavorata extra per Mele a Mel dovrò dedicarmi al recupero della casa: sembra un deposito attrezzi abbandonato...

A proposito se volete vedere delle belle foto dell'edizione appena passata di Mele a Mel, collegatevi al sito Mele a Mel: vi piacciono le macchine per cucire vecchie a manovella?

1 commento:

Cicabuma ha detto...

Grazie per averci parlato di questa bella festa... Siete stati fortunati perchè quest'anno il tempo è stato assolutamente meraviglioso!!!
Un abbraccio
Francesca